Novita’ in tema  di  contraffazione,  dall’indagine  a livello  planetario,  OCSE-EUIPO (seconda parte) 

30 settembre 2016

Continuiamo con l’analisi degli elementi salienti dell’indagine in titolo, soffermandoci sulle variegate forme di trasporto dei prodotti contraffatti.

Può sorprendere – da questo punto di vista – che i maggiori sequestri in termini percentuali (62%) si siano concentrati sulle spedizioni postali, seguite da quelle per trasporto aereo (20%) e marittimo (9%).

Leggi tutto



Più che contraffatto ... "falso"

30 settembre 2016

Di seguito intendiamo dare uno sguardo a quel risvolto morale - ed ad un tempo criminogeno - che si affianca alla contraffazione, rappresentato dal mondo delle  falsificazioni. E, per evidenti ragioni, vediamo di concentrarci sull’ambito maggiormente colpito dai falsi, quello delle opere d’arte, o cosiddette tali.

La punibilità della falsificazione data già ai primordi della legge inglese del 1735 sui diritti d’autore, che qualificava la falsificazione come frode legalmente perseguibile, distinguendola dall’imitazione.

Leggi tutto



Fiorucci non può usare il proprio nome come marchio, dice la Cassazione

30 settembre 2016

Lo scorso 25 maggio la Corte di Cassazione civile si è pronunciata con sentenza n. 10826/16 su una vertenza di cui si è parlato molto negli ultimi anni, sia per la notorietà dei soggetti coinvolti, sia per l’ampio contenzioso a cui essa ha dato origine: la controversia tra lo stilista Elio Fiorucci e le società che hanno acquistato i marchi “Fiorucci” già nel 1990 (Edwin Co. Ltd. e Edwin International Gmbh), con cui lo stilista ha collaborato fino al 2002 .

Leggi tutto



Made In Italy, export negli USA e recepimento delle sentenze relative al pagamento di somme di denaro da parte di importatori statunitensi

30 settembre 2016

Nonostante la Costituzione americana stabilisca, espressamente, il principio secondo cui, qualunque sentenza, sia che provenga da un tribunale statale che da uno federale, debba ottenere automatico riconoscimento ed esecuzione in ciascuno Stato della Confederazione, a condizione che tale sentenza sia stata ivi appositamente registrata (Articolo IV della Costituzione americana), lo stesso principio non trova, tuttavia, applicazione in riferimento alle sentenze emesse da un tribunale di un Paese straniero.

Leggi tutto